Aperta la battaglia nella WSK Champions Cup all'Adria Karting Raceway. Nelle prove ufficiali prevalgono Camponeschi (I – CRG-TM KZ2), Hauger (N - CRG-Parilla OK), Rosso (I – Tony Kart-Vortex OKJ) e Albanese (I – Rigetti R.-TM 60 Mini).
Data: Saturday, 28 January @ 16:36:20 CET
Argomento: WSK




Finali in live streaming domenica 29 da wsk.it. É subito spettacolo alla WSK Champions Cup di Adria. Parte con 243 piloti verificati la WSK Champions Cup, questo fine settimana di scena all'Adria Karting Raceway come evento d'avvio di stagione nel calendario di WSK Promotion. La prima giornata competitiva del programma ha portato in pista una ricca sequenza di manche di qualifica, preceduta dai turni di prove ufficiali. Momenti che hanno dato la prima visione dei nuovi valori in campo, attesi con curiosità dopo una pausa invernale che ha portato tante novità nel paddock, dopo i nuovi accasamenti tra piloti e i team del karting internazionale. Domani si proseguirà con le gare eliminatorie, ben 24 manche che definiranno gli schieramenti di partenza delle gare conclusive di domenica 29. Nella fase finale entreranno in azione le telecamere della produzione WSK, che trasmetteranno in Internet le immagini in live streaming dal sito ufficiale wsk.it: 7 gare di Prefinale, cui seguiranno le 4 Finali per le rispettive categorie 60 Mini, OK Junior, OK e KZ2.

Prime sorprese nella prima giornata a Adria.

Pole position per il norvegese Dennis Hauger (CRG-Parilla-Bridgestone), subito a segno con il tempo di 48"361 nella sua gara d'esordio in classe OK. La vitalità dei nuovi arrivi in questa categoria è confermata dal marocchino Sami Taoufik (FA-Vortex), che subito dopo si è imposto nella prima manche di qualifica, ma immediata è stata la risposta del Campione del Mondo CIK-FIA 2015, il polacco Karol Basz (Kosmic-Vortex), vincitore della gara seguente.
Bravo anche il torinese Andrea Rosso (Tony Kart-Vortex-Vega), autore del miglior tempo in OK Junior in 49"569. Alla sua prestazione hanno replicato il russo Ilya Morozov (Tony Kart-Vortex) e il francese Evann Mallet (CRG-Parilla), vincitori delle successive due eliminatorie.
È stato il romano Federico Albanese (Righetti-Ridolfi-TM-Vega), con il tempo di 55"118, il più veloce in prova in 60 Mini, ripetendosi poi alla vittoria nella prima manche della categoria. Subito a segno con la prima vittoria anche il palermitano Gabriele Minì (Paroli-TM) e il russo Nikita Bedrin (Tony Kart-TM), che si sono aggiudicati le ultime due gare del programma odierno.

Flavio Camponeschi (CRG-TM-Bridgestone) ha incominciato la nuova stagione con il piede giusto: il romano ha segnato in 48"488 il giro più veloce in KZ2, davanti al tedesco David Beckmann CRG-TM) e al francese Jeremy Iglesias (Formula K-TM), dando l'appuntamento al programma di domani per le manche di qualifica.
 






Questo Articolo proviene da Italian Kart
http://www.italiankart.it/

L'URL per questa storia è:
http://www.italiankart.it/a15307-aperta-battaglia-wsk-champions-cup-all-adria-karting-raceway-prove-ufficiali-prevalgono-camponeschi-crg-tm-kz2-hauger-n-crg-parilla-ok-rosso-tony-kart-vortex-okj-albanese-rigetti-r-tm-k60-mini.html